Voli, Viaggi e Rimborsi, le regole da conoscere.

17 Marzo 2020   //   di:   //   Italia   //   0 Commenti   //   570 Views

A molti di noi sarà capitato in questo periodo di aver cancellato un viaggio, oppure di annullare una trasferta per restrizioni legate al corona virus

Se vi state chiedendo se è possibile richiedere un rimborso e come farlo, ecco qualche dettaglio che potrà esserti utile

 Il rimborso del biglietto aereo, a chi spetta

 L’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile) ha reso note queste indicazioni per coloro che hanno diritto a ricevere un rimborso del titolo di viaggio:

I passeggeri che sono in possesso di biglietto aereo il cui volo è cancellato, i passeggeri che, pur non avendo subito la cancellazione del volo, sono comunque soggetti alle restrizioni di Paesi terzi imposte nei confronti delle persone che provengono o che abbiano soggiornato in Italia negli ultimi 14 giorni e i passeggeri che per ordine delle Autorità sono soggetti a misure di contenimento dell’epidemia da Covid19, e che quindi non possono usufruire del biglietto aereo, hanno diritto al rimborso del prezzo del biglietto da parte del vettore“.

I passeggeri “non hanno, invece, diritto alla compensazione pecuniaria di cui all’art. 5 del Reg. numero 261 del 2004 che regola i casi di cancellazione, negato imbarco e ritardo prolungato in quanto la cancellazione del volo non è dipendente da causa imputabile al vettore”.

Il rimborso degli altri titoli di viaggio

E’ stato previsto anche il diritto al rimborso che per chi ha acquistato biglietti per altri mezzi di trasporto, per eventi o pacchetti turistici ma è impossibilitato ad usufruire della prestazione a causa dell’emergenza coronavirus.

Potrà chiedere un rimborso qualsiasi soggetto destinatario di provvedimenti limitativi della libera circolazione, come la quarantena causa coronavirus; chi ha programmato un soggiorno in aree contagiate; chi ha prenotato un viaggio in seguito annullato a causa dell’emergenza. 

Queste regole valgono anche per chi ha acquistato in Italia biglietti per l’estero, quando in ragione dell’emergenza viene impedito o vietato l’arrivo nel luogo di destinazione. Invece per i pacchetti turistici, l’organizzatore può emettere il rimborso, oppure emettere un voucher da utilizzare entro l’anno, o ancora proporre un pacchetto sostitutivo dal valore equivalente o superiore di quello che non si è potuto utilizzare.

 la domanda e termini

Per presentare la domanda, non bisogna far scadere il termine dei 30 giorni che inizia a decorrere dal momento di cessazione delle misure limitative della libertà di circolazione o dal momento in cui viene emanato un provvedimento di annullamento del viaggio. Alla richiesta va allegato il titolo di viaggio o la prova di iscrizione a manifestazioni, corsi o concorsi.

Per annullare, invece un viaggio prenotato in agenzia di viaggio, bisogna rivolgersi alla stessa l’agenzia, mentre per i viaggi prenotati online bisogna controllare le pagine di avviso che illustrano la procedura.  

Comments

comments

Avatar
About the Author :

Comments are closed.