Orcadi, le isole scozzesi più belle

6 Settembre 2014   //   di:   //   Europa   //   0 Commenti   //   1749 Views

 

Le Orcadi sono parte di uno degli scenari più  più suggestivi dell’Europa settentrionale. Le stagioni migliori in cui visitarla sono senza ombra di dubbio la  primavera e l’estate quando il sole sembra non tramontare mai, i prati sono affrescati da piante e fiori selvatici e le spiagge accolgono migliaia di uccelli marini. L’isola principale delle Orcadi è Mainland con i due centri di Kirkwall, capoluogo isolano, e Stromness,pittoresca cittadina con porticciolo di pescatori annesso.

Qui troverete distese verde brillante, spiagge sabbiose, morbidi pendii e alte scogliere esposte al vento che soffia costante dall’Atlantico, caratterizzano l’orografia di quasi tutte le isole, in particolare quelle settentrionali: Papa WestraEday, Sanday, Stronsay,Westray, e North Ronaldsay.

A distinguersi nettamente dalle altre è l’isola di Hoy dove la natura accogliente fa spazio a pareti scoscese che precipitano nel mare, valli glaciali e picchi collinari. Un ambiente selvaggio e spettacolare in cui compiere lunghe camminate ad altezze vertiginose o scalate in sicurezza su faraglioni, come l’Old Man (137 m) e la falesia diSt John’s Head (346 m), tra le più alte di Scozia. Data l’ostilità del luogo, l’unico centro abitato dell’isola è, oltre a qualche sparuto paesino, Rackwick che affaccia su una deliziosa baia di ciottoli, orlata di blu.

Tra le isole meridionali anche Burray  Fara e Flotta entrambe disabitate e collocate. Le Orcadi offrono anche tesori preistorici. Le prime comunità isolane risalgono al 4 mila a.C e di esse restano tracce indelebili soprattutto sull’isola di Mainland. Qui, nel distretto di Stenness, esiste un complesso neolitico di inestimabile valore e patrimonio Unesco: il “Cuore delle Orcadi neolitiche”.

Comments

comments

Avatar
About the Author :

Comments are closed.