La casa del turco, in Germania

14 Novembre 2014   //   di:   //   Europa   //   0 Commenti   //   1052 Views

 

A Kreuzberg si trova una strana casetta, metà in pietra metà in legno, con degli alberi che escono dalle pareti. Quella casa ormai appartiene alla memoria di una Berlino che non c’è più ed è un pezzo di storia della Germania riunita.

Si tratta della casa di Osman Kalin, detto “il leone”, immigrato turco dell’Anatolia che nel 1943 si trasferì a Berlino, a Kreuzberg, quartiere noto per essere prevalentemente abitato da turchi. Per vivere, Osman vendeva cetrioli al Terzo Reich, finchè un giorno decise di realizzare un orto tutto per sè. Potremmo definirlo un primo esempio di guerrilla gardening perchè l’uomo decise di piantarli proprio in quel pezzo di terra a Bethaniendamm, a confine del muro nella zona ovest, in un punto in cui il muro aveva lasciato una striscia di terra geopoliticamente “scoperta”. Perchè in quel punto il muro avrebbe dovuto fare una specie di zigzag, ma la DDR per fare presto costruì il muro dritto, lasciando quella parte di terra socialista nella zona ovest.

GUARDA ANCHE: Cagliari, l’anima della Sardegna

Comments

comments

Avatar
About the Author :

Comments are closed.