Monumenti piu visitati Taj Mahal

Storia e curiosità del Taj Mahal. Una delle sette meraviglie del mondo moderno

22 novembre 2013   //   di:   //   Asia, Consigli di viaggio   //   0 Commenti   //   3210 Views

Il Taj Mahal è stato definito da Tagore “una lacrima di marmo poggiata sulla guancia del tempo” ed è annoverato tra le sette meraviglie del mondo moderno.
Il suo nome significa Palazzo della Corona, ma in realtà fu costruito come mausoleo per celebrare l’amore dell’imperatore Shah Jahan per sua moglie, la persiana Mumtaz Mahal, morta nel 1630 dando alla luce il loro quattordicesimo figlio. La leggenda narra che fu la donna a chiedergli di costruire un mausoleo in sua memoria qualora fosse morta prima di lui, facendogli promettere che l’avrebbe visitato ogni anno in occasione dell’anniversario della morte.
L’anno seguente l’imperatore diede il via ai lavori che durarono 22 anni e scelse Agra, la sua capitale, come luogo dove avrebbe dovuto sorgere lo splendido monumento funerario.

Da ogni parte dell’Asia giunsero marmi e pietre preziose per adornare l’edificio, così come al progetto lavorarono architetti provenienti da ogni parte del mondo e tra essi pure l’italiano Gerolamo Veroneo, ma è rimasto sconosciuto il nome di colui che idea questa struttura mirabile che figura nel patrimonio dell’umanità dell’Unesco.
Il Taj Mahal sorse su una terrazza che si affaccia sul fiume Yumana e che venne sormontata da marmo bianco che caratterizza tutta la costruzione e la splendida cupola e le decorazioni di lapislazzuli, zaffiri, giade e cristalli insieme ai riflessi del sole sulle acque del fiume fanno in modo che il mausoleo cambi colore nelle diverse ore del giorno, assumendo tonalità rosate e ocra.
Terminata una costruzione tanto perfetta, si narra che Shah Jahan fece tagliare le mani a tutti coloro che vi lavorarono perché non venisse realizzato un altro edificio così meraviglioso.

Comments

comments

About the Author :

Lascia un Commento