racconti-viaggio-dublino

Racconti di viaggio: La Dublino letteraria e il magnifico castello (2/3)

13 gennaio 2014   //   di:   //   Europa, Racconti di Viaggio   //   1 commento   //   1553 Views

Dopo aver parlato delle chiese di Dublino, il nostro viaggio continua con il cuore della tradizione celtica: il castello di Dublino. Affascinante da mozzare il fiato, il Dublin Castle è il centro del potere britannico in Irlanda e si può visitare tutti i giorni in gruppi seguiti da una guida, che vi porterà negli sfarzosi saloni e camere del castello, fino alle più interessanti segrete della fortezza anglo-normanna. I giardini del castello hanno una storia particolare, terminano infatti in un alto muro di cinta che pare sia stato edificato per evitare che la regina Vittoria, in visita in città, potesse guardare la Figure of Justice, la statua che punta verso Cork Hill con lo sguardo diretto proprio al castello. Pare che la statua sia stata definita come un affronto ai dublinesi, come se la giustizia avesse metaforicamente voltato le spalle alla città.

 

castello-Dublino

 

Degna di nota è anche la storia letteraria di Dublino, famosa a livello planetario e legata a grandi personaggi come George Bernard Shaw, Samuel Beckett e, tra tutti, James Joyce, che con il suo “Dubliners” ha fornito uno spaccato affascinante della Dublino del primo ‘900. La sua grandezza è tale che Ulisse, l’altro celebre capolavoro dello scrittore che racconta una giornata del protagonista Leonard Bloom, il 16 giugno 1904, viene commemorato ogni anno proprio il 16 giugno con il Bloomsday: per le strade di tutta la città si legge l’Ulisse, si festeggia con il vino e si indossano gli abiti dell’epoca. E a Joyce è dedicato proprio il museo che porta il suo nome: raccoglie cimeli della vita dello scrittore, come prime edizioni dei suoi libri, fotografie, scambi epistolari e la sua chitarra, oltre ad una suggestiva edizione dell’Ulysses con illustrazioni di Matisse. Gli scalini in pietra vi porteranno al tetto della torre, dove è ambientata la prima scena dell’Ulisse. Sotto la torre si trova invece la Forty Foot Pool, la piscina in cui, alla fine del primo capitolo, Buck Mulligan fa la sua nuotata mattutina. Se avete letto il capolavoro di James Joyce o se semplicemente amate la letteratura, il museo è una chicca da non perdere.

Continua qui con la Dublino tra movida e shopping

Comments

comments

About the Author :

1 Commento to “Racconti di viaggio: La Dublino letteraria e il magnifico castello (2/3)”

Lascia un Commento