racconti di viaggio: Dublino

Racconti di viaggio: Dublino, cultura e modernità (1/3)

9 gennaio 2014   //   di:   //   Europa, Racconti di Viaggio   //   2 Commenti   //   1853 Views

Chi dice che Dublino è solo Guinness a fiumi e storie di folletti?

Dublino è questo e molto di più.

E’ una capitale giovane, vivace e multietnica. Nonostante l’atmosfera di grande vitalità, quello che colpisce è l’idea di essere in una città a misura d’uomo, con grandi spazi verdi e un grande spirito di solidarietà. Più volte quando mi hanno visto con la mappa di Dublino (ebbene si, uso ancora la mappa e non lo smartphone!), subito gli irlandesi si sono avvicinati per prestare aiuto e informazioni.

Ma veniamo subito alle attrazioni culturali: a Dublino si trova su uno dei più antichi siti cristiani in città: è una fantastica chiesa gotica simbolo della città, la St Patrick Cathedral, che si trova circa 5 metri sotto la città nuova, infatti tutt’attorno è circondata di prati verdi e fiori dai colori brillanti, e non è raro trovare manifestazioni e spettacoli organizzati in questi spazi all’aperto.

cattedrale-san-patrizio-dublino

 

Contiene diversi cimeli della storia d’Irlanda, inclusa la pietra della fonte battesimale utilizzata da San Patrizio nel V secolo e la sedia dove sedette Guglielmo d’Orange nel 1690 dopo la battaglia del Boyne.

Per chi ha amato i Viaggi di Gulliver, si potrà visitare anche la tomba del suo autore Jonathan Swift, che fu proprio decano della cattedrale.

La cattedrale ha subito più volte i danni del tempo, e nel 1864 la sua ricostruzione è stata finanziata, udite udite, da Mr Guinness, la cui statua, a ringraziamento per la donazione, si erge nei giardini della chiesa.

Ma la più imponente Chiesa di Dublino, la Christ Church Cathedral, è situata nel cuore medievale della città vecchia, a pochi passi da Temple Bar.

Christ-church-cathedral

Anche questa chiesa è stata restaurata più volte nei secoli, e la maggior parte dell’edificio che vediamo adesso risale alla fine dell’800, quando, anche in questo caso, i lavori si poterono svolgere grazie alla generosa donazione di Henry Roe, fortunato distillatore di whisky. Per questi motivi, la cattedrale contiene in sé più stili, pur mantenendo le sue fattezze di maestosa chiesa gotica. Una curiosità: all’interno della cripta si possono trovare un cane e gatto mummificati tra l’armamentario che veniva usato per punire gli eretici, che gli irlandesi chiamano affettuosamente “Tom e Jerry”.

La cultura a Dublino si respira visitando le cattedrali, camminando lungo il fiume Liffey, rilassandosi nei parchi o facendo amicizia nei pub con la musica dal vivo.

Continua…

 

Leggi anche: Cosa fare in un week-end a Dublino

Comments

comments

About the Author :

2 Commenti to “Racconti di viaggio: Dublino, cultura e modernità (1/3)”

Lascia un Commento