Pasqua 2014, arrivano le streghette della Svezia

25 marzo 2014   //   di:   //   Consigli di viaggio   //   0 Commenti   //   856 Views

Come abbiamo già potuto vedere in Finlandia, anche in Svezia la Pasqua è una festa notevolmente diversa da quella che siamo solita vivere qui in Italia. A Stoccolma, in occasione della Pasqua, le tradizione pagane si fondono con quelle religiose, per la felicità dei più piccoli ma anche dei genitori. La festa inizia già dalla Domenica delle Palme quando vengono benedetti i gattici, rami del pioppo bianco. I gattici hanno questo nome proprio perché somigliano a delle ruspanti code di gatto. Questa tradizione, pare risalga al Medioevo come anche quella i travestirsi da streghe per esorcizzare spiriti maligni in giro per la città.

Nel Giovedì di Pasqua(skärtorsdag), l’usanza vuole, che si indossino i travestimenti giusti per diventare påskkärringar (streghe di Pasqua), che  deriva da un’antica credenza popolare: si racconta infatti che in questa giornata le streghe volassero verso la montagna di Blåkulla, per trovare il diavolo e danzare con lui. Le bambine si dipingono il viso con ci colori più vivaci per ‘imbruttirsi’ e diventare streghette provette. Il sabato prima di Pasqua, le famiglie preparano un ben pranzetto con uova, agnello, dolci per festeggiare la resurrezione. Questo banchetto viene rinnovato la domenica di Pasqua ed è chiamato smörgåsbord:un ricco pranzo a base di aringa, salmone, patate, uova, polpette, salsicce. Le abitazioni sono ricche di rami di salice o betulla, mentre in alcune regioni c’è la tradizione di accedere falò per esorcizzare il male e scacciare gli spiriti maligni.

Comments

comments

Assunta Caruso
About the Author :

Nata a Napoli e laureata in Filosofia, coltiva la passione per le culture e i viaggi.

Lascia un Commento