Le meraviglie di Rodi

1 agosto 2013   //   di:   //   Consigli di viaggio, Europa   //   0 Commenti   //   944 Views

Rodi è una delle città greche più affascinanti e caratteristiche dell’area mediterranea.
Fa parte dell’arcipelago del Dodecaneso ed è l’Isola dell’Egeo situata più ad oriente. Chiamata l’Isola dei Cavalieri per le vicende medievali, è patrimonio dell’Unesco e una delle mete turistiche più richieste dai viaggiatori.

La città di Rodi fu fondata nel 408 a.C. con un impianto urbanistico regolare, secondo il modello di Ippodamo di Mileto molto in voga all’epoca. La sua importanza aumentò nel IV sec. a.C. quando, per celebrare la vittoria contro il macedone Demetrio Poliorcete, fu costruito il cosiddetto “Colosso di Rodi”, statua in onore del dio Helios considerata per le sue dimensioni una delle 7 meraviglie del mondo antico.
Pochi sono i monumenti d’epoca classica ancora in piedi e visitabili: parte del Tempio di Apollo, l’Odeòn e lo stadio tutti restaurati nel secolo scorso dagli italiani che occuparono l’isola.
Caratteristica è la parte medievale: le mura risalenti al XIV sec. sono considerate un vero e proprio capolavoro dell’arte militare, intervallate da torri e bastioni.

Sull’Isola, poco distante dalla città, si trova la strabiliante Valle delle Farfalle, una zona incontaminata ricca di corsi d’acqua e frequentata da centinaia di farfalle multicolori.
Da visitare sono le terme di Kallithéa, un edificio orientalizzante dove rilassarsi nelle acque curative e lasciarsi incantare dal paesaggio circostante.
Le spiagge di sabbia sottilissima, i castelli arroccati sulle alture e le chiesette nascoste tra le rocce rendono l’Isola un piccolo scrigno ricco di meraviglie. Il clima particolarmente gradevole in aggiunta alla calda accoglienza degli abitanti e i piccoli gioielli d’arte e di storia rendono la visita indimenticabile.

Comments

comments

About the Author :

Lascia un Commento