Le meraviglie di Maiorca

7 agosto 2013   //   di:   //   Consigli di viaggio, Europa   //   0 Commenti   //   1487 Views

Un viaggio a Maiorca è un’esperienza che unisce natura e cultura, dove i luoghi di divertimento, i musei, le chiese prendono forma, in una dimensione unica. La prima tappa del turista è Palma di Maiorca: un piccolo paradiso terrestre, dove la vegetazione mediterranea in molti luoghi le dà un carattere africano. Palma di Maiorca è bella per le sue spiagge, per l’acqua cristallina, per la vita notturna. Basta attraversare le sue stradine interne per perdersi dentro la cultura e la storia di questa città. A Palma di Maiorca si può visitare: “la Cattedrale di Palma” che è il simbolo religioso della città, risalente al periodo gotico; “l’Almudaina Palazzo Reale”, l’edificio è la residenza estiva del re di Spagna e il luogo dove si organizzano cerimonie ufficiali e ricevimenti di Stato; il “Castillo de Bellver” è un castello del XIV secolo circondato da quattro torri dove al suo interno ospita musei e sale.

Maiorca comprende più di trecento spiagge con sabbia finissima e acque con colori e luce unici. Le spiagge più famose dell’isola sono: “Can Pastilla”, una spiaggia molto frequentata dai turisti per la sua sabbia fine e le sue acque eccellenti; “Cala Major” è una spiaggia che ospita una grande catena alberghiera che non lascia mai i suoi ospiti senza una proposta; “Cala Estancia” è il posto più tranquillo trovandosi distante dall’aeroporto di Plama; “Playa Formentor” è la spiaggia più visitata e affollata di Maiorca; “Es Trenc” è da considerare un luogo incontaminato.

A soli 17 chilometri da Palma c’è il villaggio di Valldemossa: una fetta di paradiso con vegetazione rigogliosa e sorgenti d’acqua, dove si può visitare il monastero di Cartuja. A trenta minuti dall’aeropoto di Palma di Maiorca c’è il borgo di Soller un posto fantastico per chi pratica trekking e altri sport di montagna godendo dei profumi di una natura incontaminata.

Comments

comments

About the Author :

Lascia un Commento