Furto o smarrimento del passaporto all’estero, cosa fare

14 marzo 2014   //   di:   //   Consigli di viaggio   //   0 Commenti   //   682 Views

Quando ci capita una cosa spiacevole all’estero, come quella di perdere il portafoglio (e quindi i nostri documenti), non sappiamo mai bene cosa fare per risolvere la situazione. La prima cosa da fare è denunciare alle autorità locali, la perdita o il furto del passaporto. Dopodiché dovrete recarvi al consolato con il documento della denuncia, due fototessere, il titolo di viaggio del richiedente, la ricevuta del pagamento del costo del documento. A questo punto potrete compilare un’altra denuncia di smarrimento o furto in consolato, e si aspetta il tempo necessario che il consolato emetta il documento provvisorio di viaggio, o E.T.D. (Emergency Travel Document).

Può capire che il paese che ci ospita non ci sia un Consolato italiano, ed è per questo che saremo costretti a recarci ad un consolato della UE per ottenere il nostro E.T.D. Sulla pagina del sito del Minestero degli Esteri, potete verificare se nel paese destinazione del vostro viaggio, esiste un ufficio di rappresentanza italiano. Un cosiglio: prima di avventurarvi, fotocopiate tutti i documenti di viaggio per avere la possibilità di dimostrare la vostre identità anche in caso di perdita.

Comments

comments

Assunta Caruso
About the Author :

Nata a Napoli e laureata in Filosofia, coltiva la passione per le culture e i viaggi.

Lascia un Commento