5 luoghi impossibili da raggiungere (o quasi)

12 marzo 2014   //   di:   //   Guide   //   0 Commenti   //   1838 Views

Purtroppo viaggiare non è sempre molto piacevole, soprattutto se il viaggio che dobbiamo affrontare è lungo e il percorso non è dei più semplici. Trai posti più difficili da raggiungere, 5 risultano essere quelli meno indicati per un viaggio breve all’insegna del relax.

pitcairn

1. Le isole Pitcairn: un piccolo arcipelago del Pacifico meridionale. Le isole non sono quasi disabitate. Si contano infatti, circa 50 abitanti. Molti degli isolani sono discendenti degli ammutinati del Bounty , le loro famiglie sono discendenti degli ammutinati del Bounty.  Per giungervi  bisogna  prendere un aereo per Tahiti. Il volo da Los Angeles è di circa otto ore e mezza. Da Tahiti, si volerà verso Totegegie Island nelle più remote isole Gambier un volo di circa quattro ore.  Infine, si salirà a bordo del Claymore II verso le isole Pitcairn. La nave può solo trasportare un paio di turisti in ogni viaggio.

terra di franc

2. Terra di Francesco Giuseppe:  L’isola deve il suo nome all’imperatore d’Austra-Ungheria ed accessibile solo per poche ore a settimana . Per giungere sull’isola da Helsinki dovete arrivare a Murmansk, in Russia. Le crociere del Polo Nord sono disponibili per poche occasioni all’anno ma il prezzo è davvero molto alto.

Mongolia_416

3. Parco Nazionale Altai Tavav Bogd: E’ uno dei 10 Parchi Nazionali della Mongolia, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Si dovrà prima di volare in uno degli otto diversi aeroporti tra Incheon International Airport in Corea del Sud, Narita International Airport o Tokyo Haneda in Giappone, Istanbul Atatürk in Turchia, Beijing Capital International Airport o Hong Kong International Airport in Cina, Sheremetyevo International Airport in Russia. Dopodiché, devi trasferirti in Mongolia. Il tempo di volo qui può variare. Se si viaggia attraverso Pechino, è un volo di circa due ore, ma, da Istanbul, si può contare di essere in aereo per più di 10 ore. La tappa successiva è la città di Ölgii, che si trova nella parte occidentale della Mongolia. Per il vostro volo sin qui da Ulaanbaatar ci vorranno circa quattro ore. Da Ölgii, avete occorrono altre due ore e mezza di auto per raggiungere il parco con l’aiuto di operatori turistici e allestitori.

qala

4. Qalansiyah: è una città isolata sulla punta occidentale dell’isola di Socotra. A causa della lontananza di Socotra, un elevato numero di piante e animali si trova solo lì. È possibile scegliere di arrivare  dall’aeroporto internazionale del Cairo, in Egitto, dall’Aeroporto Internazionale di Dubai o Abu Dhabi International Airport negli Emirati Arabi Uniti, Doha International Airport in Qatar, Bahrain International Airport in Bahrain, Charles de Gaulle, in Francia, dall’Aeroporto Leonardo da Vinci-Fiumicino in Italia, Kuwait International Airport in Kuwait, l’aeroporto di Francoforte in Germania o in Istanbul Atatürk in Turchia. Dalla vostra prima fermata, salirete poi su un volo per Sana’a, Yemen. E’ un volo che potrebbe essere un volo che dura solo un’ora o più ore. Da Sana’a, prendere un volo attraverso il Golfo di Aden per raggiungere l’aeroporto di Socotra. Questo aeroporto è l’unico modo per raggiungere o lasciare l’isola senza una barca. Una volta sull’isola, noleggiare un autista per il viaggio a Qalansiyah. In viaggio in auto dall’aeroporto al villaggio remoto dura circa un’ora ma, sappiate, Socotra è conosciuta come un nascondiglio per pirati e altre persone pericolose.

silde6b

5. St Helena: E’ nota come il sito del secondo esilio di Napoleone  e della sua morte.  Si trova nel mezzo dell’Oceano Atlantico, che è un passo avanti nell’essere nel bel mezzo del nulla. Inizia a volare a Johannesburg, Sud Africa. Si può volare direttamente a Johannesburg da New York, Washington e Atlanta. Per questa tappa, si potrebbe anche scegliere di volare attraverso la maggior parte dei principali hub europei. Ci si trasferirà a Città del Capo. A Città del Capo, a bordo del RMS St. Helena . Dopo soli cinque giorni di galleggiando attraverso l’oceano aperto, arriverete a St. Helena.

Comments

comments

Assunta Caruso
About the Author :

Nata a Napoli e laureata in Filosofia, coltiva la passione per le culture e i viaggi.

Lascia un Commento